Elettra Ranno

Biografia

Nata ad Acireale (CT), nel 1971. Vive e lavora a Roma. Si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Catania; in seguito frequenta un corso annuale di arti visive presso lo IED di Roma.

La sua indagine fotografica, attraverso autoscatti analogici, si muove all’interno di una dimensione intima dell’esistere che sconfina nel possibile e nell’onirico, nello studio della corporeità e del movimento, riesce attraverso le proprie immagini ad evocare i fantasmi che da sempre abitano i luoghi; sono immagini tessute con grande gusto estetico, una trama elegante e ricercata e scolpite dal movimento e dall’uso pittorico della luce. “Visualizzo sentimenti, sensazioni che emergono dalla mia intimità utilizzando il momento della ripresa come momento di riflessione, riproducendo liberamente, così come sento, tutti quei fantasmi che danzano con me: la gioia, l’amore, la tenerezza, la paura, l’illusione, la malinconia. Con il mio lavoro cerco di comunicare una energia che possa trasmettere altre sensazioni: singole, personali per chi guarda… Coinvolgere emotivamente e culturalmente l’osservatore in modo che quest’ultimo avverta la mia entità, attraverso la propria esperienza e sensibilità”

 

Nel 2005 vince il 1° premio Portfolio – Fotoleggendo - Roma. Nel 2006 è premiata da Marco Delogu, all’interno del concorso “Metamorfosi…” – Macro - Roma.

Tra le sue mostre personali: 2010 “Labirinti di Luce” a cura di Roberto Mutti, VisionQuesT gallery - Genova. Nel 2008 all’interno di Manifesta, Galleria Erwin Seppi – Merano (BZ). Nel 2006, “Diario Onirico In Metamorfosi”, a cura di Fabrizio Boggiano e Fausto Raschiatore – Joyce&Co.- Genova.

Tra le sue collettive: nel 2009 partecipa all’evento “Spinola Contemporanea: L’Artista contemporaneo interpreta la dimora storica” alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, Genova con “Presenze” installazione di sette opere fotografiche. Nel 2008 partecipa al progetto Photofestival a cura di Roberto Mutti e Riccardo Costantini. “Allarmi” (4° ed.), a cura di Alessandro Trabucco – Caserma de Cristofori - Como. “Il Rifugio Interiore” –Il Torchio, Costantini Arte Contemporanea- Milano. “Vita Sospesa” (4° ed.), Settimana dei cimiteri storici europei - Staglieno- Genova. Tra il 2006 e il 2007 è invitata alla mostra itinerante “Suoni e Visioni”, a cura di F. Boggiano e Massimiliano Messieri – Istituto Italiano della cultura, Amburgo e Copenaghen; Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce di Genova; Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino -. “Confini” (4° ed.), a cura di PhotoGallery & Massenzio Arte – Palazzo Medici Riccardi - Firenze. “ Jack in the Box”, a cura di Luisa Castellini – Oratorio della Beata Vergine - Vigoleno (PC). Nel 2005 partecipa alla mostra “L’Incisione Fotografata”, a cura di Vinicio Prizia – Centro per l’Incisione e la Grafica d’Arte- Formello (RM). Selezionata a “Look Out” - Festival Internazionale di cinema, arti visive e multimediali - Atene.